Qatar: surface miner Wirtgen eseguono i lavori di sbancamento per la costruzione di una darsena

La costruzione di un nuovo e moderno porto in acque profonde nei pressi di Do-ha (Qatar) richiede lo sbancamento di complessivi 50 milioni di metri cubi di ma-teriale, in gran parte formato da roccia dura. Inizialmente l’impresa di costruzioni cinese incaricata dei lavori, la China Harbour Construction Co. (CHCC), era in-tenzionata a svolgere tale compito con il convenzionale metodo di perforazione e brillamento. Considerati i vantaggi economici ed ecologici della tecnologia di surface mining Wirtgen, alla fine la CHCC ha però deciso di adottare il metodo della Casa tedesca, rispettoso dell’ambiente, in quanto esso rappresenta il me-todo di sbancamento ottimale.

Nell’ormai affermato procedimento meccanico i surface miner tagliano e frantumano il materiale con uno specifico rullo di taglio, caricandolo in una sola passata su dumper per mezzo di robusti sistemi convogliatori. In alternativa il materiale tagliato può essere deposto anche a lato della macchina oppure ad andana centrale – Wirtgen è l’unico costruttore al mondo a proporre entrambi i metodi. Ciò rende molto flessibile l’impiego di un surface miner. I surface miner vantano larghezze di taglio da 2,20 a 4,20 m e una profondità operativa compresa tra 20 e 83 cm – fino a una resistenza a compressione monoassiale di 120 MPa. Macchine speciali per scavi in roccia sono addirittura capaci di tagliare granito duro fino a 260 MPa. Wirtgen è inoltre l’unico costruttore a coprire una gamma prestazionale da 100 t/h a 3000 t/h nel caricamento diretto del fresato per mezzo di un apposito nastro convogliatore.

Invece di adottare il metodo di perforazione e brilla-mento, la China Harbour Construction Co. ha optato per l’innovativa tecnologia di surface mining Wirtgen. La roccia dura da sbancare in questo progetto ha una resistenza a compressione monoassiale di 35-40 MPa. Il surface miner Wirtgen 2500 SM è capace di tagliare 400 tonnellate di materiale all’ora.

Invece di adottare il metodo di perforazione e brilla-mento, la China Harbour Construction Co. ha optato per l’innovativa tecnologia di surface mining Wirtgen. La roccia dura da sbancare in questo progetto ha una resistenza a compressione monoassiale di 35-40 MPa. Il surface miner Wirtgen 2500 SM è capace di tagliare 400 tonnellate di materiale all’ora.

Per il progetto a Doha l’impresa appaltatrice ha acquistato a giugno 2012 un surface miner Wirtgen modello 2500 SM con 2,5 m di larghezza di taglio e una profondità ope-rativa che può arrivare fino a 600 mm. Inoltre la CHCC ha potuto contare sulla consu-lenza di una squadra di specialisti Wirtgen esperti in materia. La quantità di materiale sbancato non costituisce infatti l’unico criterio essenziale per l’impiego dei surface mi-ner: hanno un ruolo determinante anche fattori come le caratteristiche geologiche della regione, la sedimentazione o i presupposti logistici nel luogo d’intervento. Sono dunque richieste le conoscenze e le esperienze di best practice di specialisti. Pertanto sia il concessionario locale del Qatar che gli specialisti applicativi Wirtgen accompagneranno in qualità di partner il cliente durante l’intero periodo di realizzazione del progetto.

Gli eccellenti risultati di taglio e l’affidabile servizio post-vendita Wirtgen hanno convinto la CHCC, per cui a giugno 2013 nel cantiere in Qatar sono entrati in servizio altri due surface miner 2500 SM.

In questo grande progetto multinazionale la China Harbour Construction Co. beneficia dell’assistenza diretta sul posto e dell’alta disponibilità dei surface miner Wirtgen. Il ma-teriale di alta qualità e l’utilizzo economico delle macchine danno alla CHCC una cer-tezza di pianificazione ottimale.

Nella messa a cumulo laterale il surface miner Wirtgen scarica per mezzo del suo nastro convogliatore il materiale tagliato in modo da formare un mucchio. L’opera¬zione di taglio è quindi totalmente svincolata dall’opera¬zione di carico del materiale su camion.

Nella messa a cumulo laterale il surface miner Wirtgen scarica per mezzo del suo nastro convogliatore il materiale tagliato in modo da formare un mucchio. L’opera¬zione di taglio è quindi totalmente svincolata dall’opera¬zione di carico del materiale su camion.

IT