Finitrice a casseforme scorrevoli

Regolazione dell’altezza e controllo dello sterzo automatici

Le funzioni automatiche supportate dal computer ottimizzano non solo i processi di lavoro e la produttività della macchina, ma anche la capacità performante dell’operatore della macchina. I nostri numerosi sistemi di informazione e diagnostica intelligente supportano l’operatore e ne semplificano il lavoro e consentono di lavorare in modo più rapido ed efficiente. Di seguito vi proponiamo alcuni esempi di sistemi di assistenza per le finitrici a casseforme scorrevoli.


Le moderne finitrici a casseforme scorrevoli sono dotate di una regolazione dell’altezza e di un controllo dello sterzo automatici. Per realizzare, ad esempio, dei profili curvi, il controllo dello sterzo identifica le variazioni del riferimento che si presentano e regola di conseguenza il tracciato del profilo.

Controllo dello sterzo per mezzo del filo di guida
I fili di guida vengono disposti prima dell’inizio del lavoro lungo il profilo in calcestruzzo in progetto; spesso sono necessari anche per il lavoro preliminare al sottofondo. Durante la stesa del calcestruzzo, i sensori aderiscono al filo di guida e trasmettono al controllo tutte le deviazioni della posizione della macchina. Un controllo trasforma immediatamente le informazioni in un’adeguata variazione dell’angolo di sterzata o dell’altezza dei carri.

Sensori e componenti di scansione

Qui sono disponibili maggiori informazioni sui sensori WIRTGEN.

Dettagli
Controllo dello sterzo per mezzo del controllo 3D

Usando un sistema 3D esterno, i dati topografici digitali vengono confrontati con i dati di posizione della macchina rilevati mediante stazione totale. L’interfaccia per sistemi di controllo 3D elabora gli scostamenti dalla posizione nominale calcolando precisi valori di correzione della quota e dell’angolo di sterzatura dei cingoli, in modo da garantire un comportamento direzionale della finitrice molto preciso.

Controllo dello sterzo per mezzo dell’autopilota

Un’ulteriore alternativa è il nostro autopilota, sviluppato in proprio. Anche in questo caso è necessario un modello geodetico dei dati topografici, che viene importato dall’esterno o approntato in cantiere con la stadia Field Rover.

L’autopilota trasforma poi tali dati in un preciso filo di guida virtuale che fornisce alla macchina tutte le informazioni necessarie per il rispetto delle quote e la sterzatura. L’autopilota sostituisce quindi il filo di guida e può essere impiegato in modo rapido e flessibile a seconda delle condizioni di cantiere.

Panoramica del sistema autopilota 2.0 in dettaglio

È possibile realizzare in breve tempo direttamente in cantiere anche profili di geometria complessa. Il grande vantaggio del sistema: rende superflue sia le onerose operazioni di rilievo topografico, di tesatura e rimozione dei fili di guida, sia quelle di approntamento di un modello geodetico dei dati topografici. L’autopilota 2.0 è disponibile per le finitrici a casseforme scorrevoli WIRTGEN SP 15, SP 15i, SP 25 e SP 25i.