Ogni strada conduce a una diversa destinazione

La costruzione di una nuova strada, sia che si tratti con asfalto o cemento, necessita la produzione di un'eccellente e stabile struttura di pavimentazione, che inizia con uno strato stabile e finisce un tappetino d'usura livellato con precisione. Quali sono i criteri più importanti da considerare per una tale realizzazione? Quali metodi devono essere applicati? Quali macchinari sono da utilizzare?

Costruzione dello strato di base

Lo strato di base è fondamentale nella pavimentazione. In base alle possibili sollecitazioni legate alla quantità e tipo di traffico la struttura di una strada comprende numerosi strati di diverso spessore per resistere alle più svariate condizioni metereologiche rimanendo utilizzabile per diversi decenni. Lo strato inferiore comprende essenzialmente uno strato di stabilizzato a granulometria controllata al fine di ottenere la portanza desiderata e assorbire i carichi di traffico cosiché il sottofondo non venga deformato.

In molti casi uno strato di base legato è sovrapposto ad uno strato base non legato. Agenti leganti principali sono in prevalenza bitume, cemento o calce. Le miscele contenenti bitume possono esssere, in base al tipo di confezionamento, miscele calde o fredde. I materiali sono definiti come legati idraulicamente quando vengono utilizzati cemento o calce.

Tecniche di pavimentazione

La stesa di conglomerati richiede una logistica di cantiere molto affinata . E' necessario garantire sempre che la miscela sia sufficiente e che il materiale non si raffreddi. Un finitrice e rullo sono gli elementi della squadra.

La prima persona nel team della pavimentazione è comunque l'autista del camion, che riempie d'asfalto la tramoggia della finitrice. Due nastri indipendenti e tra loro complementari tasportano il materiale nella parte posteriore del macchinario, dove viene distribuito uniformemente tra finitrice e banco. In una pavimentazione standard, la temperatura dovrebbe rimanere sopra i 110°C per assicurare in tempo neccessario per la compattazione.

Sulle moderne finitrici i sistemi di compattazione nel banco possono essere azionati separatamente. In particolare i banchi ad alta compattazione raggiungono un elevato livello di compattazione. Come risultato, i rulli dietro la finitrice necessitano di un numero inferiore di passate per ottenere il grado di compattazione richiesto

Tecniche di compattazione

Con la compattazione del conglomerato bituminoso si dovrebbe ottenere una superficie uniforme con ottime proprietà di aderenza e garantire che i singoli strati siano legati tra loro in modo stabile e duraturo. I rulli riducono i vuoti. Ciò rende il conglomerato bituminoso più resistente alle sollecitazioni e più durevole nel tempo.

Di base vale la seguente regola: più elevata è la temperatura della miscela, migliore è la compattazione ottenuta. Il range delle temperature favorevoli al meglio dipende dalla composizione della miscela, dallo spessore della pavimentazione e dal tipo di bitume.

La compattazione dinamica è l'elemento chiave del processo di compattazione. Il tamburo vibra in senso orizzonatale (oscillazione) ovvero verticalmente(vibrazione) aumentando in questo modo l'effetto di compattazione.

Getto di lastre di calcestruzzo

Il calcestruzzo è un materiale particolarmente durevole e molto adatto per realizzare strade che devono sopportare carichi importanti. La realizzazione di lastre con le tecnologia Slipform è un metodo standard per la realizzazione di strade e piste aeroportuali. Per prima cosa il camion scarica il materiale davanti alla macchina. La coclea o il vomere della slipfrom poi distriubuisce per tutta la larghezza della lastra il calcestruzzo. Il profilo viene poi vibrato ad alta frequenza nel cassero, così da espellere l'aria ottenendo quindi la sua compattazione.

Contemporaneamente la macchina può inserire le barre di armatura (trasversale e longitudinale) nel calcestruzzo fresco. I giunti vengono poi tagliati nella pavimentazione assicurando che le rotture legate alle fluttuazioni termiche avvengano in modo controllato e in punti predeterminati.

Il piano della lastra è livellato da una staggia oscillante e da un frattazzo posti dietro il banco. La finitura superficiale può poi essere ottenuta con vari metodi, tra cui un telo di juta trainato per irruvidire la superficie. Normalmente vengono poi spruzzati agenti antievaporanti per assicurare una maturazione uniforme e regolare del calcestruzzo.

Offset di lastre di calcestruzzo

La tecnoclogia slipform può anche trovare efficace applicazione per la realizzazione di profili offset quali, barriere spartitraffico, fossi di guardia, piccoli canali, cordoli etc.

Normalmente il processo comincia con il trasferimento del calcestruzzo dalla betoniera alla tramoggia del cassero. Il materiale viene trasferito con un nastro convoigliatore ovvero una coclea, entrambi regolabili e brandeggiabili. Il profilo viene estruso dal cassero all'avanzare della macchina. La geometria dei profili realizzabili è di fatto illimitata. Rispetto al sistema tradizonale del prefabbricato la tecnologia slipform consente elevata produttività ed efficienza.

Le applicazioni offset vanno dall'estrusione di cordoli a quella di barriere alte fino a 2m. La tecnologia offset è veloce se paragonata alla possa di elementi prefabbricati

IT