HAMM: due premi al design per lo studio sul “Rullo autonomo F1”

Negli ultimi sei mesi HAMM AG è stata insignita di due premi al design per lo studio condotto sul “Rullo autonomo F1” capace di operare in maniera autonoma. La giuria dell’International Automotive Brand Contest 2018 ha conferito a HAMM il label “Best of Best” e poco dopo gli specialisti della compattazione di Tirschenreuth sono stati premiati per la loro lungimiranza ricevendo il “German Design Award Gold 2019”.

Negli ultimi quarant’anni HAMM, azienda ispiratrice di tendenze, ha fornito alla tecnologia della compattazione continui impulsi avanguardistici. Durante questo lasso di tempo numerosi nuovi sviluppi generati nella sede di Tirschenreuth hanno modificato o addirittura rivoluzionato la tecnica della compattazione nel settore delle costruzioni stradali e del movimento terra. Per decenni HAMM, leader nella produzione di macchinari edili, ha integrato il design delle proprie macchine nell’intero processo di progettazione e sviluppo.

Premiazione all’Automotive Brand Contest 2018 di Parigi, che ha avuto luogo il 2 ottobre in occasione del Salone mondiale dell’automobile: Gottfried Beer, Dr. Axel Römer (entrambi di HAMM), Ulrich Ewringmann, Julius Renz (entrambi di Dialogform).

Premiazione all’Automotive Brand Contest 2018 di Parigi, che ha avuto luogo il 2 ottobre in occasione del Salone mondiale dell’automobile: Gottfried Beer, Dr. Axel Römer (entrambi di HAMM), Ulrich Ewringmann, Julius Renz (entrambi di Dialogform).

35 anni di successi nel design dei macchinari edili

Ma cosa significa avere macchinari edili con un design intelligente? Significa, per esempio, poter contare su una conformazione e un processo concepiti in modo tale da escludere azionamenti errati, da innalzare il livello qualitativo della compattazione o da rendere ergonomica e quindi confortevole la postazione di lavoro. Un design si può considerare efficace anche quando l’operatore è in grado di capire senza difficoltà tutte le funzioni, guidando il macchinario in maniera intuitiva.

HAMM è riuscita a individuare queste correlazioni con largo anticipo, iniziando già 30 anni fa ad applicare tali conoscenze nello sviluppo dei suoi prodotti. A tal fine HAMM collabora da sempre e in tutte le fasi dello sviluppo insieme a designer industriali esterni all’azienda. E con successo tale da potersi fregiare, fino alla fine del 2017, di 37 premi internazionali al design e all’innovazione che le sono stati conferiti per i suoi prodotti e soluzioni lungimiranti – un risultato, questo, mai raggiunto finora da qualsiasi altra azienda del settore edile.

Studio di design “Rullo autonomo F1”: l’assenza della piattaforma conducente apre molte opportunità di ottimizzazione sia a livello di progettazione che nel processo di costruzione, tradotte ad esempio in un nuovo rapporto tra diametro dei tamburi e altezza totale.

Studio di design “Rullo autonomo F1”: l’assenza della piattaforma conducente apre molte opportunità di ottimizzazione sia a livello di progettazione che nel processo di costruzione, tradotte ad esempio in un nuovo rapporto tra diametro dei tamburi e altezza totale.

Il design di prodotto riunisce funzionalità, ergonomia ed estetica

“Negli anni 1990 la coerente integrazione dei designer di prodotto nel processo di sviluppo ha costituito un’assoluta novità nel nostro settore. Da allora il design è parte della strategia di sviluppo di HAMM e ci consente di far nascere i nostri rulli con un ‘DNA HAMM’ in grado di generare un legame armonioso tra ergonomia, funzionalità ed estetica”, dichiara il responsabile marketing Gottfried Beer. HAMM proseguirà su questo collaudato percorso anche in futuro.

Da alcuni anni i progettisti stanno lavorando a un progetto di ricerca globale per l’automazione applicata alla compattazione. Studi di design condotti in parallelo, come il “Rullo autonomo F1”, sono elementi imprescindibili del progetto quanto i test sul campo attuati con macchinari appositamente modificati.

Lo studio premiato sulla compattazione autonoma evidenzia la necessità di numerosi sensori per questo rullo, tra cui sistemi radar, sensori laser, videocamere, ricevitore GNSS, sensori infrarossi e di prossimità.

Lo studio premiato sulla compattazione autonoma evidenzia la necessità di numerosi sensori per questo rullo, tra cui sistemi radar, sensori laser, videocamere, ricevitore GNSS, sensori infrarossi e di prossimità.

Uno studio di design che visualizza le possibilità tecniche

Di recente HAMM ha ricevuto due premi insieme al team di design di Dialogform GmbH per uno studio sul rullo che opera in maniera autonoma. Esso illustra l’aspetto che i futuri rulli autonomi potranno avere, fornendo anche delle prime risposte a quesiti come questi: quali opportunità si apriranno, venendo meno la necessità dell’operatore? Che ripercussioni si avranno su caratteristiche come altezza, larghezza, diametro dei tamburi, sistema di trasmissione o volume del serbatoio? E in che modo questa configurazione può contribuire a incrementare l’economicità e l’efficienza energetica?

Il “Rullo autonomo F1” è la risposta visiva a queste prime domande. Il progetto, ad esempio, mostra come un rullo operante in modo autonomo possa essere dotato di tamburi notevolmente più grandi – un vantaggio indiscutibile per la qualità della compattazione. Il design innovativo offre anche maggior volume al serbatoio dell’acqua e ampio spazio a sistemi di trasmissione futuristici. Inoltre la nuova configurazione genera ulteriori possibilità anche in altri ambiti, come quello del trasporto o della zavorratura.

L’Automotive Brand Contest premia le eccellenze del design applicato ai prodotti e alla comunicazione. In occasione del concorso 2018 HAMM ha ottenuto il label “Best of Best” nella categoria “Commercial Vehicle”.

L’Automotive Brand Contest premia le eccellenze del design applicato ai prodotti e alla comunicazione. In occasione del concorso 2018 HAMM ha ottenuto il label “Best of Best” nella categoria “Commercial Vehicle”.

“Best of Best” e “Gold Award”

In occasione dell’Automotive Brand Contest 2018, l’unico concorso di design indipendente a livello internazionale dedicato alle eccellenze del design applicato ai prodotti e alla comunicazione nel settore delle due e quattro ruote, HAMM ha ricevuto per questo studio il premio “Best of Best” nella categoria “Commercial Vehicles”. La produttrice di macchinari edili entra così nella schiera delle grandi aziende mondiali, fra cui MAN Trucks, Mitsubishi, Continental, Audi, Cadillac, Porsche, Jaguar e Bentley.

A questo riconoscimento si è aggiunto, a inizio febbraio 2019, il “German Design Award Gold” nella categoria “Utility Vehicles”. Scopo di questo concorso internazionale, istituito nel 1953 dal “Rat für Formgebung” (Consiglio tedesco di design) è scoprire tendenze uniche e originali in questo ambito, premiando prodotti e progetti innovativi nonché costruttori e designer ispiratori di tendenze in Germania e all’estero.

A inizio febbraio 2019 HAMM è stata insignita per questo studio del “German Design Award Gold” nella categoria “Utility Vehicles”. La cerimonia di premiazione si è tenuta l’8 febbraio 2019 a Francoforte sul Meno.

A inizio febbraio 2019 HAMM è stata insignita per questo studio del “German Design Award Gold” nella categoria “Utility Vehicles”. La cerimonia di premiazione si è tenuta l’8 febbraio 2019 a Francoforte sul Meno.

I giurati apprezzano il concetto intelligente

La giuria internazionale del German Design Award, composta da personalità di alta caratura, ha motivato così il conferimento del premio: “Con lo studio di questo rullo stradale elettrificato e comandato tramite sistema GPS si perfeziona ulteriormente e coerentemente l’idea della guida autonoma applicata ai veicoli commerciali e ai macchinari edili. Il design compatto e superfuturistico non solo riflette alla perfezione l’idea concettuale, ma ha anche radici pragmatiche.” I giurati sono rimasti molto colpiti dal fatto che questa idea “non da ultimo migliora anche le condizioni di lavoro nei cantieri stradali”.

Analoghe argomentazioni sono state espresse anche dalla giuria internazionale di design in occasione dell’Automotive Brand Contest, la quale ha ritenuto che lo studio “aprirà nuove opportunità: totale concentrazione sulla destinazione d’uso senza compromessi di sorta. […] Il veicolo serve solo a uno scopo: la compattazione del manto stradale. HAMM mostra la libertà con cui il design del futuro può operare in questo ambito.”

Sulla strada giusta

“Con questi riconoscimenti, professionisti indipendenti hanno confermato la correttezza delle nostre visioni e concezioni; questo ci fa capire che, come costruttori di macchinari edili, stiamo percorrendo la strada giusta. Una strada che ci porterà dalle attuali macchine dotate di numerose funzioni di assistenza a sistemi semi-indipendenti, giungendo infine ai rulli totalmente autonomi come quelli che presumiamo di poter utilizzare in futuro”, afferma il Dr. Axel Römer, responsabile ricerca e sviluppo di HAMM.

Di conseguenza HAMM intende già integrare i prossimi risultati dei progetti di ricerca nella generazione di macchinari che troverà impiego nei cantieri edili all’inizio del 2020. HAMM, contando naturalmente sulla collaborazione dei designer di prodotto, sta infatti sviluppando cabine innovative che prevedono di alleggerire ancora di più il lavoro dell’operatore attraverso un maggior numero di funzioni di assistenza; il tutto coronato da un ulteriore innalzamento della qualità di compattazione.

IT